Il viaggio di Gavio approda a “Cantine Aperte”

Avvincente, emozionante, coinvolgente. Sono solo tre degli aggettivi utilizzati dai lettori per definire l’intreccio narrativo di Viteliu, il romanzo storico del giornalista agnonese Nicola Mastronardi che ha conquistato mente e cuore di un numero sempre crescente di appassionati in questi primi mesi di lancio. E dal 26 Maggio toccherà anche al palato, visto che il libro approda, domenica prossima, presso le Cantine D’Uva a Larino dove la lettura di brani del viaggio dell’Embratur Sannita Gavio Papio Mutilo sarà accompagnata dalla degustazione, tra gli altri prodotti, del  vino Gavio Igt Terre degli Osci Cabernet Sauvignon.

Protagonista del romanzo e vino “di punta” di una delle più affermate case vinicole del Molise hanno dunque lo stesso nome e non è certo un caso. Voglia di affermare l’identità antica del territorio è evidentemente la molla comune  che muove autore del primo vero romanzo storico sull’epopea italica e imprenditori viti-vinicoli larinesi da sempre attenti alla qualità e ai forti valori di appartenenza.

Gavio Papio Mutilo diventa così sempre più, anche per il vasto pubblico, il simbolo della forza e della fierezza sannita; colui che, sin dall’incipit del romanzo di Mastronardi, guida il lettore nella sua avventura personale che svela la storia di un intero popolo. Per mezzo della sua mano si è guidati nella scoperta di luoghi dalla bellezza incredibile riuscendo a scorgere dettagli prima trascurati; per mezzo dei suoi ricordi viviamo una Storia che non abbiamo vissuto ma che tuttavia ci appartiene nel profondo: quella della Terra Sannita. E così la letteratura viene in soccorso e dà manforte all’imprenditoria agricola più raffinata.

‘Un Sorso di Cielo e di Terra molisana’ è ciò che offre domenica 26 la famiglia D’Uva ai visitatori: un evento di accoglienza presso le proprie cantine in contrada Ricupo a Larino che dura un’intera giornata senza orari, tranne che per la presentazione  del libro che avverrà alle 16.00 e vedrà, al fianco dell’Autore Nicola Mastronardi, l’archeologo abruzzese  Davide Aquilano e un lettore d’eccezione, l’avvocato Stefano Maggiani, presidente del Lions Club di Campobasso, anch’egli da mesi rapito dalle atmosfere e dalla forza di “Viteliu.Il nome della libertà”.
Tutto il resto si svolgerà in un continuum gradevole e intenso per dare a tutti i visitatori di “Cantine Aperte” la possibilità di vivere una esperienza totale, fatta di suoni, sapori, racconti, colori immagini emozioni, all’insegna dei prodotti della terra –  i veri protagonisti dell’evento – in grado di raccontare le molteplici sfumature del territorio molisano, abruzzese e, più in generale, italico.

 

“Verremo trasportati in un mondo che non c’è più ma al quale dobbiamo guardare per riconoscerci. Ascolteremo i nostri antenati parlarci dall’alto della loro saggezza e capiremo che noi siamo i sopravvissuti di un epoca tanto feroce quanto straordinaria.”  (N. Manocchio, lettore , dal blog  viteliu.wordpress.com)

Immagine

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...