Le tappe campane

Ecco le foto delle due tappe campane del tour di Viteliù, il romanzo storico che con l’aiuto della “Filodrammatica Santacrocese”, ha conquistato il cuore del popolo campano.

foto1 foto2 foto3 foto4 foto5 foto6 foto7 foto8 foto9 foto10 foto11 foto12 foto13 foto14 foto15 foto16 foto17 foto18

Il viaggio di Gavio approda a “Cantine Aperte”

Avvincente, emozionante, coinvolgente. Sono solo tre degli aggettivi utilizzati dai lettori per definire l’intreccio narrativo di Viteliu, il romanzo storico del giornalista agnonese Nicola Mastronardi che ha conquistato mente e cuore di un numero sempre crescente di appassionati in questi primi mesi di lancio. E dal 26 Maggio toccherà anche al palato, visto che il libro approda, domenica prossima, presso le Cantine D’Uva a Larino dove la lettura di brani del viaggio dell’Embratur Sannita Gavio Papio Mutilo sarà accompagnata dalla degustazione, tra gli altri prodotti, del  vino Gavio Igt Terre degli Osci Cabernet Sauvignon.

Protagonista del romanzo e vino “di punta” di una delle più affermate case vinicole del Molise hanno dunque lo stesso nome e non è certo un caso. Voglia di affermare l’identità antica del territorio è evidentemente la molla comune  che muove autore del primo vero romanzo storico sull’epopea italica e imprenditori viti-vinicoli larinesi da sempre attenti alla qualità e ai forti valori di appartenenza.

Gavio Papio Mutilo diventa così sempre più, anche per il vasto pubblico, il simbolo della forza e della fierezza sannita; colui che, sin dall’incipit del romanzo di Mastronardi, guida il lettore nella sua avventura personale che svela la storia di un intero popolo. Per mezzo della sua mano si è guidati nella scoperta di luoghi dalla bellezza incredibile riuscendo a scorgere dettagli prima trascurati; per mezzo dei suoi ricordi viviamo una Storia che non abbiamo vissuto ma che tuttavia ci appartiene nel profondo: quella della Terra Sannita. E così la letteratura viene in soccorso e dà manforte all’imprenditoria agricola più raffinata.

‘Un Sorso di Cielo e di Terra molisana’ è ciò che offre domenica 26 la famiglia D’Uva ai visitatori: un evento di accoglienza presso le proprie cantine in contrada Ricupo a Larino che dura un’intera giornata senza orari, tranne che per la presentazione  del libro che avverrà alle 16.00 e vedrà, al fianco dell’Autore Nicola Mastronardi, l’archeologo abruzzese  Davide Aquilano e un lettore d’eccezione, l’avvocato Stefano Maggiani, presidente del Lions Club di Campobasso, anch’egli da mesi rapito dalle atmosfere e dalla forza di “Viteliu.Il nome della libertà”.
Tutto il resto si svolgerà in un continuum gradevole e intenso per dare a tutti i visitatori di “Cantine Aperte” la possibilità di vivere una esperienza totale, fatta di suoni, sapori, racconti, colori immagini emozioni, all’insegna dei prodotti della terra –  i veri protagonisti dell’evento – in grado di raccontare le molteplici sfumature del territorio molisano, abruzzese e, più in generale, italico.

 

“Verremo trasportati in un mondo che non c’è più ma al quale dobbiamo guardare per riconoscerci. Ascolteremo i nostri antenati parlarci dall’alto della loro saggezza e capiremo che noi siamo i sopravvissuti di un epoca tanto feroce quanto straordinaria.”  (N. Manocchio, lettore , dal blog  viteliu.wordpress.com)

Immagine

 

Seconda tappa campana per il popolo italico

Continua la conquista in territorio campano per lo straordinario ed inedito romanzo storico “Viteliù, il Nome della Libertà”, firmato dallo scrittore e giornalista Nicola Mastronardi.

Alla data dell’esordio campano del 12 maggio, segue la prossima tappa del tour prefissata per sabato 18 maggio alle ore 19.00 presso la Libreria Masone a Benevento, dove l’autore incontrerà il pubblico dei lettori accompagnato dalla compagnia teatrale “Filodrammatica Santacrocese”. A coordinare l’evento il dott. Emilio Fabozzi, direttore di “bMagazine”.

Successo preannunciato per il rivoluzionario romanzo storico che sta facendo parlare di sé in tutto lo Stivale (d’altronde “Viteliú è il termine osco antico ed originario della parola latina “Italia”): un’avventura emotiva nella storia e nell’identità scomparsa dei Sanniti e dei dodici popoli italici che, insieme, tentarono di conquistare l’anelata indipendenza dalla cieca arroganza della fazione romana conservatrice.  Una storia che appassiona, commuove e coinvolge.

Ci sono storie che aspettano solo di essere raccontate, che fluttuano nello spazio alla ricerca di un tramite, il solo capace di farne un racconto e portarle in vita, regalarcele. Poi ci sono Scrittori, con la S rigorosamente maiuscola, che pazienti restano in attesa che queste storie lo rapiscano, lo travolgano e ne violentino l’io rendendolo mero strumento narratorio nelle loro mani. E’ successo, ed il risultato è difficilmente esprimibile dopo aver assaporato il frutto di tale incontro. Viteliù è la storia di tutti noi. E’ un caleidoscopio di emozioni irresistibile. E’ una narrazione che travalica lo spazio ed il tempo per penetrare nei recessi più profondi dell’anima di ognuno, capace di farci vibrare. […]”( N. Manocchio)

 

Le prossime date del tour: 

18 Maggio: Benevento

26 Maggio: Larino (Cantine Aperte) 

1 Giugno: Firenze

24 Giugno  Barrea (Aq)

“Dal Sannio per il Sannio, per non dimenticare”: la Filodrammatica Santacrocese accoglie lo sbarco di Viteliù in Campania

Sempre più vicina la data del 12 maggio, tappa d’esordio che introdurrà ufficialmente in Campania la grande epopea italica narrata dall’inedito scrittore Nicola Mastronardi.

“Dal Sannio per il Sannio, per non dimenticare”

lo slogan della compagnia teatrale “Filodrammatica Santacrocese” che, insieme a Mastronardi, s’immergerà in questa inedita esperienza.

Con la partecipazione della dott.ssa Giusy Melillo, giornalista de “Il Sannio Quotidiano”, e la comunità di Santa Croce del Sannio, rappresentata dal sindaco Antonio di Maria, l’obiettivo è emozionare lo spettatore/lettore attraverso un’avventura emotiva nella storia e nell’identità scomparsa dei Sanniti e dei dodici popoli italici che, insieme, tentarono di conquistare l’anelata indipendenza dalla cieca arroganza della fazione romana conservatrice.  Una storia che appassiona, commuove e coinvolge. E che cambierà, nei campani come già avvenuto per i molisani, la percezione del territorio che abitano.

“Al di là delle qualità letterarie, che altri giudicheranno questo è un libro importante perché dà l’occasione a un vasto pubblico di conoscere un periodo storico poco considerato, direi negletto, dalla cultura generale del nostro Paese e che invece fu fondamentale per la nascita del concetto, bellissimo, di Italia che affonda le radici proprio in quel momento fortemente rappresentativo della nostra identità nazionale”. (prof. A. La Regina)

Immagine

Viteliù: strumento di conoscenza nella mostra nazionale “Wiki loves monuments Italia”

in occasione della “Wiki Loves Monuments Italia”, il concorso fotografico che valorizza il patrimonio culturale italiano su Wikipedia, sarà possibile assistere alla presentazione del romanzo storico “Viteliù, il nome della Libertà”. Quest’ultimo rientra tra i tre testi inediti utilizzati come preziosi strumenti per conoscere e comprendere gli scenari naturalistici, storici e culturali delle regioni Abruzzo e Molise.

Immagine

Il tour di “Viteliù, il Nome della Libertà” torna il Molise

Sabato 4 maggio, presso il villaggio turistico “Ripa dei Forti” a  Santa Maria del Molise (Is), la nuova tappa dell’impegnativo sforzo dell’autore Nicola Mastronardi a diffondere la storia patria. 

Torna a casa, in Molise, il tour dedicato al romanzo storico “Viteliù, il Nome della Libertà”, dello scrittore Nicola Mastronardi, edito da Itaca Edizioni.

Di rientro dalla prestigiosa sede del Parlamento europeo, con l’appuntamento del 25 aprile a Bruxelles, il popolo degli Italici torna a farsi ascoltare in territorio sannita: a Santa Maria del Molise (IS), il villaggio turistico “Ripa dei Forti” ospiterà sabato 4 maggio, alle ore 18.00, la presentazione del rivoluzionario romanzo storico, che sta contribuendo con successo a svelare al grande pubblico la grande epopea italica e le origini dell’identità nazionale.  L’iniziativa di sabato prossimo si deve al consigliere comunale Vincenzo Giancola ideatore di “E..Venti di Primavera” nell’ambito del quale si terrà la presentazione di Mastronardi affiancato per l’occasione dal giovane archeologo Bruno Sardella.

Un impegno enorme, quello di Mastronardi, che ha contato si qui sedici tappe di presentazione tra Abruzzo e Molise, tre a Roma una nelle Marche e, infine quella di Bruxelles.

“E’ presto per fare un bilancio” afferma l’autore “ma a questo punto il test è fatto: il libro piace e piace sia ai giovani che ai giornalisti più esperti. C’è entusiasmo e affetto attorno a questa storia e il ‘passaparola’ si è attivato con successo: Viteliu si fa spazio in molti ambienti, anche esclusivi. Quello che conta, per il bene del territorio, sarà farlo affermare in ambito nazionale. Siamo solo all’inizio del lavoro”.

 

Le prossime date del tour:

 

11 maggio 2013 San Salvo (CH)

12 maggio 2013 Santa Croce del Sannio (BN)

18 maggio 2013 Benevento

26 maggio 2013 Larino (Cantine Aperte)

1 giugno 2013 Firenze

24 giugno Barrea (AQ)

 

Altre date sono in preparazione per Chieti, Cerchio (Aq), Ateleta (Ch) e Capracotta (Is)

Viteliù alla conquista dell’Europarlamento a Bruxelles

Presso la prestigiosa sede del Parlamento europeo, l’esclusivo romanzo d’esordio di Nicola Mastronardi,

“Viteliú – Il nome della Libertà”

nell’importante e significativa data del 25 aprile, Nicola Mastronardi vola a Bruxelles per l’evento di presentazione del suo primo romanzo storico sull’epopea italica. A coordinare i lavori il giornalista e conduttore Roberto Amen.

Un bellissimo articolo pubblicato su “Altomolise.net” (http://www.altomolise.net/notizie/attualita/4405/nicola-mastronardi-porta-i-sanniti-a-bruxelles) ci ricorda come:

“Qualche mese fa se avessimo pronunciato la parola ‘Viteliú’, le persone intorno a noi ci avrebbero guardato di sottecchi, magari chiedendoci che cosa stessimo blaterando. La situazione è diversa oggi che il romanzo storico dello scrittore, agnonese, Nicola Mastronardi ha raggiunto una certa fama.”

Dal momento successivo alla presentazione del suo romanzo d’esordio, nella ricca agenda di Nicola Mastronardi si sono susseguito numerosi appuntamenti che, incontro dopo incontro, hanno conferito particolare lustro alla mano narrante della grande epopea italica, nonchè alla vicenda stessa. Primo fra tutti l’appuntamento del 25 aprile: Dopo aver incantato i maggiori centri della Nazione, di cui si narrano le lontane origini, il romanzo di Nicola Mastronardi approda in parlamento a Bruxelles.

Ospite degli Onorevoli Aldo Patriciello e Crescenzio Rivellini, l’autore del romanzo – lo scrittore e giornalista Nicola Mastronardi – viene affiancato presso la prestigiosa sede del Parlamento Europeo dal giornalista Roberto Amen, conduttore del Tg2, caporedattore e conduttore di Rainews 24 ed attualmente vicedirettore di Rai Parlamento.