I popoli Italici protagonisti di un ambizioso progetto di marketing territoriale

Il libro del giornalista Nicola Mastronardi presentato da Manuela Lucchini del TG1,  con gli interventi di Adriano La Regina, presidente INASA, e di Luca Mancini  regista de “La Storia Siamo Noi

Roma e Italia. Due destini che si intrecciano per dare vita alla stessa Nazione. Lunedì 28 gennaio, il Reale Circolo Canottieri Tevere Remo di Roma (Lungotevere in Augusta, 28 – Ore 18.00) in collaborazione con la Presidenza del Consorzio Pro Ofanto, ospita la presentazione del “rivoluzionario” romanzo storico dello scrittore Nicola Mastronardi“Viteliú – Il nome della Libertà” (edito da Itaca Edizioni, in  libreria da dicembre).

Una serata per scoprire gli Italici, i dodici popoli dell’Appennino Centrale che durante quella è stata storicamente definita la Guerra Sociale (dal 91 a. C.), si unirono per difendere diritti e indipendenza di fronte alla cieca prepotenza della fazione conservatrice romana, seguendo il loro anelito di libertà e dando origine alla prima, vera nazione che si chiamò Italia (il termine osco Viteliú la cui pronuncia è “VITELIO” significa “Italia”). Significativa, questa sera (28 gennaio 2013), la presenza di trasmissioni e giornalisti della RAI. A coordinare l’incontro sarà uno dei volti che ha fatto la storia recente del TG1, Manuela Lucchini. Tra i relatori, con l’autore Nicola Mastronardi e il Presidente dell’Istituto Nazionale di Archeologia e Storia dell’Arte di Roma, Adriano La Regina, ci sarà il regista della trasmissione televisiva RAI, “La Storia Siamo Noi”, Luca Mancini. Tra gli altri, hanno annunciato la loro presenza, Gian Piero Orsingher, regista della trasmissione Superquark, l’attrice Daniela Terreri, Rosaria Rumbo, produttore esecutivo di Linea Verde e Laura Aprati, autrice di Uno Mattina RAI.

Il romanzo storico è legato ad un ambizioso progetto di marketing territoriale, elaborato da un gruppo di lavoro, una partnership, fatta di imprenditori e personaggi della cultura molisana, per far riemergere l’identità storica del territorio abruzzese-molisano e farlo conoscere in tutta la penisola. Tra gli sponsors, La Molisana, Sepinia, Cirulli, lo storico caseificio Di Nucci, fornitore del Vaticano, società Sinfonia. Partecipano al progetto anche le istituzioni come la Regione Molise, le Province di Isernia e Campobasso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...